Capita di trovarci ad affrontare con i bambini le tematiche più inaspettate, accompagnati da un senso di incertezza e dal timore di dire la cosa sbagliata. A maggior ragione quando l’argomento è legato a vissuti, anche personali, di stress, paura, impotenza e frustrazione. Come poterli accompagnare allora in maniera tranquilla e fiduciosa a comprendere cosa è il Coronavirus e come ci si comporta davanti ad una pandemia?


Per riprendere quanto detto nell’articolo precedente, è importante dire la verità e far comprendere in maniera adeguata ai bambini che cosa sta accadendo realmente attorno a loro.

In primis quindi spiegare ciò che sta accadendo partendo da una situazione che già conoscono o con cui hanno più familiarità, come ad esempio l’influenza stagionale, il mal di gola o la febbre, cosicché possano comprendere più facilmente come agisce il Coronavirus.

Aggiungere poi le differenze tra le situazioni conosciute dal bambino e questa nuova, facendogli comprendere che proprio perché nuova, non abbiamo ancora soluzioni adatte, e potrebbe far ammalare tante persone tutte insieme e velocemente, e per questo quindi ci preoccupa. Questo aspetto è inoltre un buon punto di partenza per spiegare loro anche l’importanza di seguire le regole di prevenzione.

Insegnate infine loro le misure di sicurezza per prevenire il contagio. È importante spiegare loro le regole in maniera semplice e precisa, ad esempio dicendo “Lavati spesso le mani, al Coronavirus piace infatti lo sporco” e “Copriti naso e bocca quando starnutisci o tossisci, sono i mezzi preferiti dal Coronavirus per spostarsi”.

A seconda degli interessi e delle modalità espressive più affini ai vostri figli e a voi, fatevi sostenere da letture sul tema specifico e/o sulla paura, dal gioco simbolico con dei pupazzi, dal teatro, dal disegno, costruite storie insieme… per accompagnarli ad esprimere le loro paure e fargli comprendere cosa sta accadendo. Vi linko a tal riguardo una storia presa dal web “Storia di un coronavirus”, scritta dalla Psicoterapeuta Francesca Dall’Ara.

Storia di un Coronavirus

Potete anche ricorrere ad una modalità ludica, attraverso la costruzione di cartelloni, giochi e/o musica. Ad esempio “Do the Global Handwashing Dance!” è un progetto video realizzato dall’Unicef per insegnare una corretta igiene delle mani ai più piccoli, ma ne potete sicuramente trovare molti altri.

Facciamo sentire i bambini partecipi e responsabili, coinvolgendoli e ringraziandoli per l’impegno che anche loro stanno mettendo nel sostenere tutta la popolazione a tutelarsi dal Virus. Questo li farà sentire anche un meno impotenti.


GUARDA IL VIDEO CORRELATO:

I contenuti sono realizzati da ❧ Dott.ssa Rita Gatto Psicologa dello Sviluppo, Educazione e Benessere (Albo Lazio 23392); Operatrice di Training Autogeno.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: